Numero 3 -


L’ordine di demolizione delle opere abusive impartito dal giudice penale non va eseguito dal Comune

Il Tar da un lato respinge il ricorso proposto avverso il diniego di condono, condividendo le ragioni comunali, e per la restante parte lo accoglie, adeguandosi alle indicazioni del giudice di appello, annullando la sanzione demolitoria irrogata dal Comune in conseguenza dei rigetti del condono. Le opere quindi, pur se acclarate come abusive, non possono essere oggetto di provvedimento demolitorio in pendenza di un giudizio di esecuzione dinanzi al giudice penale in ordine alla sanzione demolitoria così come irrogata – parallelamente – nel giudizio penale.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader