Numero 41 -


Il Comune non risponde per le lesioni al bambino caduto da un attrezzo all'interno del parco giochi

Se il figlioletto cade accidentalmente da un attrezzo sito in un parco giochi comunale, i genitori non possono invocare la responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia (articolo 2051 del codice civile) al fine di conseguire la condanna al risarcimento a carico dell'amministrazione pubblica. È infatti - prima di tutto - dovere del genitore che accompagna il bambino prevedere i rischi che tale attività ludica normalmente comporta, al fine di prevenirli e neutralizzarli. Questo è, in estrema sintesi, il principio affermato dalla Suprema corte nella sentenza n. 18167 del 2014.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader