Numero 47 -


Nell’interpretazione delle clausole di un contratto deve essere privilegiata la causa concreta del negozio

Il giudice, chiamato a interpretare le clausole di un contratto preliminare di compravendita immobiliare, nel ricercare la comune intenzione delle parti è tenuto a privilegiare la «causa concreta» del negozio posto in essere dalle parti. Ne consegue che devono essere escluse tutte le interpretazioni cavillose delle espressioni letterali utilizzate che rendano irrealizzabile il programma contrattuale effettivamente voluto.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader