Numero 13 -


Inammissibile la domanda di condanna del custode formulata per la prima volta in grado di appello

La domanda di condanna del custode ex articolo 2051 del Cc deve ritenersi inammissibile se formulata per la prima volta in appello, quando in primo grado l’attore non abbia espressamente invocato, a fondamento della propria pretesa risarcitoria, che il danno patito sia derivato da una cosa, e che il convenuto avesse un potere di fatto su questa.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader