Numero 24 -


L’assicurazione deve pagare il veicolo danneggiato anche se il certificato di polizza risulta falso perché retrodatato

Nel caso di sinistro stradale causato da veicolo in possesso di un certificato assicurativo formalmente valido, ma rilasciato dopo il sinistro e fraudolentemente retrodatato, tale falsità non è opponibile al terzo danneggiato quando essa provenga dall'agente per il tramite del quale è stato stipulato il contratto, in tal caso l'assicuratore, adempiuta la propria obbligazione nei confronti del terzo, avendo diritto di rivalsa nei confronti dell'intermediario infedele e di regresso nei confronti dell'assicurato.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader