Numero 49 -


L’appello proposto dal difensore con mandato per il primo grado è “sanato” se il legale deposita una nuova procura in udienza

Nel caso in cui l'atto di appello sia stato posto in essere dal difensore sulla base della procura rilasciatagli in primo grado, ancorché non estesa al grado di appello, si verifica una situazione di nullità della procura che, qualora l'appellante produca una procura estesa a quel grado all'udienza di cui all'articolo 350, secondo comma, del codice di procedura civile (udienza di effettiva trattazione dell'appello), risulta spontaneamente sanata in modo rituale dall'appellante, tenuto conto di quanto prevede l'articolo 182, secondo comma, del codice di procedura civile nel testo introdotto...

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader