Numero 19 -


L’accertamento non è condizione di procedibilità

Appare arduo sostenere che l’indennizzo possa coincidere con la somma vantata nei confronti del proprio debitore. Il creditore, infatti, pur a fronte di una dichiarazione del terzo rivelatasi successivamente non veritiera, ha sempre la possibilità di intraprendere una nuova procedura esecutiva al fine di conseguire quanto gli spetta.

Paolo Pirruccio

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader