Numero 26 -


Legittimo sospendere il legale che agisce contro il cliente per il recupero di un credito e continua la difesa

La sanzione disciplinare della sospensione di due mesi comminata all'avvocato che abbia agito per credito professionale con pignoramento presso terzi nei confronti del proprio cliente perdurando ad assisterlo in appello è conforme sia al canone 46 del previgente Codice deontologico sia al canone 34 di quello attualmente vigente, in considerazione alla gravità del comportamento assunto dall'incolpato. Lo ha detto la Cassazione con la sentenza 11933/2019.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader