Numero 11 -


Le critiche all'ambiente di lavoro rese in chat riservata non integrano condotte diffamatorie

L’ANALISI DELLA DECISIONE Non è configurabile una condotta diffamatoria in un ambito privato, quale una chat riservata, ove l'accesso è consentito solo a membri predeterminati. Le conversazioni che avvengono tramite mailing list riservate, newsgroup o chat private devono essere tutelate ai sensi dell'articolo 15 della Costituzione, che stabilisce la segretezza della corrispondenza. I messaggi che circolano attraverso le nuove forme di comunicazione, non inoltrati ad una moltitudine indistinta, ma unicamente agli iscritti ad un determinato gruppo […] devono essere...

a cura di Camilla Insardà
Avvocato

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader