Nuova condanna all’Italia per i ritardi nel garantire in modo effettivo il rapporto padre-figlio

Nuova condanna all'Italia dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, con la sentenza depositata il 4 maggio scorso, per il mancato rispetto del diritto alla vita privata e familiare, assicurato dall'articolo 8 della Convenzione europea.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader