Sanzionato il giornalista che pubblica atti coperti da segreto istruttorio non necessari alla collettività

Con la pronuncia depositata il 6 giugno nel caso Y. contro Svizzera (ricorso n. 22998/13), la Corte europea dei diritti dell'uomo dà ragione allo Stato in causa per aver applicato una sanzione pecuniaria a un giornalista che aveva pubblicato un articolo nel quale erano riportati passi tratti da atti coperti da segreto istruttorio.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader