Se il lavoratore non rispetta le regole aziendali datore legittimato a “entrare” nel suo computer dell’ufficio

Con la sentenza depositata il 22 febbraio 2018 nel caso Libert contro Francia (ricorso n. 588/13), Strasburgo è intervenuta attenuando la tutela della privacy a vantaggio del datore di lavoro, pur chiarendo la necessità del pieno rispetto degli obblighi informativi circa i controlli verso i lavoratori.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader