Caso Provenzano: per Strasburgo l’Italia doveva rivedere e motivare l’applicazione del 41-bis dopo l’aggravamento di salute

Il regime speciale del 41-bis è conforme alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Tuttavia, le autorità nazionali devono procedere, in caso di malattia del detenuto, soprattutto in presenza di patologie che portano a deficit cognitivi, ad accertare la necessità di tali misure e a motivare la scelta di applicare il regime speciale di detenzione. Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti dell'uomo con la sentenza del 25 ottobre 2018 (ricorso n. 55080/13) nel caso Provenzano contro Italia.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader