Spetta il diritto di recesso sui materassi “sigillati” salvo eventuale indennizzo se c’è diminuzione del valore

Con la sentenza resa il 27 marzo 2019 (causa C-681/17) gli eurogiudici hanno precisato la nozione di "beni sigillati", così chiarendo in quali casi taluni beni non possono essere restituiti per motivi igienici. La sentenza, che si muove nel senso di un ampliamento del diritto di recesso, non è, però, a nostro avviso, convincente sotto tutti i profili perché ci sembra faccia passare una sorta di automatismo.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader