Legittima l’esclusione di determinati servizi legali dalle regole europee sugli appalti pubblici

Dalla Corte di giustizia Ue, sentenza 6 giugno 2019, causa C-264/18,  arriva una conferma sulla validità dell’articolo 10 della Direttiva 2014/24/Ue sugli appalti pubblici che esclude dal suo ambito di applicazione l’affidamento dei servizi di arbitrato e di conciliazione e di determinati servizi legali.

Giuseppe Urbano

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader