Numero 38 -


Il sequestro di una pagina web può essere disposto imponendo al service provider di renderla inaccessibile

Il sequestro preventivo di una pagina web può essere disposto anche imponendo al service provider di renderla non accessibile agli utenti; il giornale online, esattamente come quello cartaceo, non può essere sottoposto a sequestro preventivo, salvo nelle ipotesi sancite specificamente dalla legge, ovvero l'apologia di fascismo, la stampa oscena e i casi più gravi di violazione del diritto d'autore: sono questi principi espressi dalle sezioni Unite penali con la sentenza 17 luglio 2015 n. 31022

Carlo Melzi d’Eril
e Giulio Enea Vigevani

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader