Numero 47 -


No all’espulsione dello straniero che ha formalizzato un contratto di convivenza con una cittadina italiana

La convivenza dello straniero con una cittadina italiana, riconosciuta con contratto di convivenza disciplinato dalla legge 76/2016, è condizione ostativa all'espulsione a titolo di misura alternativa alla detenzione di cui all'articolo 19, comma 2, lettera c) , del Dlgs 286/1998. Causa ostativa, la cui sussistenza, o meno, va valutata al momento in cui l'espulsione viene messa in esecuzione.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader