Numero 3 -


Il reato di sostituzione di persona sui social network

LA QUESTIONE Il bene giuridico tutelato dalla norma di cui all'art. 494 c.p. si rinviene sia negli interessi privati nella cui sfera giuridica l'atto sia destinato ad incidere concretamente, sia nella fede pubblica - tutela che deriva anche dalla stessa collocazione della norma nel codice tra i reati contro la fede pubblica - trattandosi di inganni che, soprattutto mediante l'uso di internet, possono superare la ristretta cerchia di un determinato destinatario e coinvolgere un numero indeterminato di persone.

a cura di Nicola Scodnik e
Francesca Pastore
Avvocati

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader