Numero 4 -


Un'incontenibile emozione può attenuare (e non giustificare) l'omicidio?

L'ANALISI DELLA DECISIONE La Corte di secondo grado di Bologna, rideterminando la pena da anni 30 in anni 16 di reclusione, ha riconosciuto l’applicazione delle attenuati generiche in virtù della “ soverchiante tempesta emotiva e passionale ”, ritenendo tale manifestazione emozionale dovuta alle pregresse esperienze in campo amoroso dell’imputato evidenziatesi con tale impetuosità da condurlo ad attuare l’omicidio.  

a cura di Prof. Vincenzo Lusa

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader