Numero 27 -


La riforma della condanna va ben motivata

La tesi abbracciata in appello peccava sotto due prospettive: insufficienza motivazionale e violazione dei dettami cui occorre orientarsi per assicurare alla persona offesa tutte le garanzie processuali. Sono queste le strutturate matrici su cui i giudici di Piazza Cavour demandano ad altra Corte territoriale di procedere a un rinnovato giudizio degli accadimenti.

Selene Pescasi

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader