Numero 49-50 -


No al trasferimento di residenza della madre collocataria se compromette il padre nel rapporto con la prole

Il giudice può “bloccare” il trasferimento di residenza del genitore naturale collocatario dei figli se lo spostamento in un altro luogo non consente all’altro genitore di conservare un rapporto significativo e continuativo con i figli. In pratica, sebbene la scelta della residenza da parte del genitore collocatario costituisca l’esercizio di un diritto di libertà, rispetto a tale diritto l’altro genitore può opporre ragioni direttamente collegate all’interesse della prole.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader