Numero 1 -


Più limitato l’intervento ex post dell’amministrazione

La deliberazione del Cdm, se va in contrasto con il motivato dissenso che era stato espresso a tutela dell’interesse sensibile, dovrà a propria volta essere motivata. Si tratta di una novità solo per il legislatore, in quanto già da tempo la giurisprudenza amministrativa ha evidenziato che anche gli atti di alta amministrazione, sono soggetti all'obbligo di motivazione.

Antonino Masaracchia

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader