Numero 38 -


Avvocati: giro di vite sulle possibili azioni di responsabilità

È ormai quasi ignorato il disposto dell’articolo 2236 del Cc, a norma del quale  il prestatore d’opera non risponde dei danni, se non in caso di dolo o colpa grave:  la disposizione è applicata  solo nell’ipotesi di prestazione implicante la soluzione di problemi tecnici di speciale difficoltà, il criterio generale è dunque quello della diligenza media esigibile.

Eugenio Sacchettini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader