Numero 27 -


Le “oscillazioni” sull’immutabilità del giudice

L’appuntamento odierno, in materia processual-penale, si sofferma sulle oscillazioni della giurisprudenza di legittimità circa la portata applicativa del principio di immutabilità del giudice, sia per quanto attiene all’esatta individuazione della fase dibattimentale in cui esso opera, sia sul modo di intendere il silenzio delle parti in caso di mancata rinnovazione dell’istruttoria a seguito di mutamento della composizione soggettiva del giudicante; un doppio contrasto su cui sono chiamate a pronunciarsi, nei prossimi mesi, le sezioni Unite penali della Cassazione.

Aldo Natalini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader