Numero 24 -


Col pegno rotativo sulle Dop e Igt garantito accesso a credito agevolato

Tra le novità di maggiore interesse per gli operatori dell’agroalimentare spicca la possibilità - introdotta dal Parlamento con la legge di conversione n. 27/2020 - di sottoporre a pegno rotativo non possessorio tutti i prodotti a denominazione di origine o a indicazione geografica protetta, onde garantire l’adempimento delle obbligazioni contratte nell’esercizio dell’impresa agricola. Profittando della sedes emergenziale, il legislatore ha dunque generalizzato.

Aldo Natalini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader