PRIMO PIANO

EDITORIALE

Pat, un cantiere aperto che ha però bisogno di un cronoprogramma

IL TEMA DELLA SETTIMANA Non tutto il male viene per nuocere: lo slittamento del Pat è forse un'occasione per risolvere i nodi ancora presenti. Dopo l'inevitabile stupore e dispiacere scaturiti da una proroga non richiesta né dagli avvocati né dai magistrati, è evidente che le modalità di avvio del Processo amministrativo telematico erano e sono un cantiere aperto, di cui però bisogna costruire un serio cronoprogramma. Lo sostiene Daniela Anselmi, membro del Consiglio direttivo dell'Unione nazionale avvocati amministrativisti e Presidente dell'Associazione avvocati amministrativisti liguri.

LEGISLAZIONE

Senato: sulle novità pesa l'incognita dei rapporti tra organi

Si è optato per un bicameralismo differenziato. Resta difficile, però, immaginare il peso del Senato all'interno dell'ordinamento. Quest'ultimo è legato a un complesso di fattori di interazione istituzionale, quasi tutti attualmente imponderabili, che vanno ben al di là delle funzioni (rilevanti, ma generiche) individuate dall'articolo 55, comma 5, della riforma Boschi.

I ritocchi alle Regioni fanno chiarezza sulle competenze

L'eliminazione delle materie concorrenti tra Stato e regioni, in base al criterio secondo il quale spetta alle regioni la potestà legislativa, salvo che per la determinazione dei principi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato, risponde all'esigenza di adeguamento del nostro sistema delle fonti all'evoluzione dell'ordinamento dell'Unione europea.

Organi di garanzia, la legge elettorale alla prova dei fatti

La combinazione tra nuova legge elettorale e riforma costituzionale, in altri termini, potrebbe consegnare a un solo partito politico non solo la maggioranza assoluta dei seggi parlamentari della Camera ma, se anche nel Senato si riproducessero i medesimi equilibri politici della Camera politica, il sostanziale controllo degli organi di garanzia costituzionale.

Quella ingiustificata e inutile asimmetria delle Regioni speciali

Con l'arrivo delle nuove competenze (organizzazione della giustizia di pace, ambiente e beni culturali) la specialità regionale già al tempo della riforma del titolo V del 2001 costituiva chiaramente una asimmetria che aveva perso le sue basi giustificative di ordine storico e sociale. Ora viene addirittura accentuata da questa disposizione transitoria.

GIURISPRUDENZA

Elezioni forensi, illegittime le modalità di presentazione di liste

Si chiude la vicenda relativa agli articoli 7 e 9 del Regolamento per le elezioni forensi, che regolano le modalità di presentazione delle liste. Per il Consiglio di Stato la disciplina contenuta nel Dm non è legittima.L'attenzione delle Corti, infine, si è concentrata sui brevetti, violenza alla persona e Mandato di arresto europeo.

CIVILE

GIURISPRUDENZA

Chi loca immobili pignorati senza autorizzazione del giudice non può agire per ottenere il pagamento dei canoni

Non è invalido il contratto di locazione di un bene sottoposto a pignoramento, sottoscritto senza l'autorizzazione del giudice dell'esecuzione in violazione dell'articolo 560 del Cpc, ma è inopponibile ai creditori e all'assegnatario; detto contratto non pertiene al locatore-proprietario esecutato, ma al locatore-custode e le azioni che da esso scaturiscono devono essere esercitate, anche in caso di locazione non autorizzata, dal custode.

Il proprietario va considerato solo custode del bene

Il debitore esecutato perde ogni azione derivante dal contratto perché, ex articolo 559 del Cpc, muta il titolo del possesso da parte sua, giacché egli continua a detenere il bene solo come organo ausiliario del giudice dell'esecuzione e perde il diritto di far propri anche i relativi frutti civili, nello specifico i canoni di locazione.

PENALE

GIURISPRUDENZA

Reati di criminalità organizzata: possibile intercettare conversazioni o comunicazioni con un "captatore informatico"

In materia di intercettazione telematica, solo limitatamente ai procedimenti per reati di "criminalità organizzata" è consentita l'intercettazione di conversazioni o comunicazioni tra presenti mediante l'installazione di un "captatore informatico" in dispositivi elettronici portatili anche nei luoghi di privata dimora ex articolo 614 del Cp, pure non singolarmente individuati e anche se ivi non si stia svolgendo l'attività criminosa. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 26889/2016.

AMMINISTRATIVO

GIURISPRUDENZA

Passato e futuro stessa ratio, tutelare il rapporto fiduciario

Quella introdotta con il nuovo codice appare una disciplina molto più scarna e meno precisa della precedente. Probabilmente l'intento è di eliminare quelli che, in precedenza, erano ritenuti inutili e dannosi formalismi forieri di contenziosi; ma proprio la minor precisione legislativa può portare a nuovi e più complessi "litigi".

COMUNITARIO E INTERNAZIONALE

GIURISPRUDENZA

L'interruzione di un contratto senza accordo scritto non può essere classificata come illecito civile e doloso

La brusca interruzione di relazioni commerciali stabilite da lungo tempo ma non basate su un accordo scritto non può essere classificata come illecito civile e doloso perché il rapporto originario rientra nelle obbligazioni contrattuali. Di conseguenza, la competenza è del giudice del luogo in cui l'obbligazione contrattuale dedotta in giudizio è stata eseguita. E' quanto ha stabilito la Corte di giustizia nella sentenza depositata il 14 luglio.

Elenco di tutti gli argomenti

  1. a

    Appalti

    Avvocato

  2. d

    Diritto Costituzionale

  3. g

    Giurisdizione

  4. l

    Locazioni

  5. p

    Processo Telematico

    Prova Penale

  6. r

    Rassegna Massimario

    Regioni E Province

loader