Numero 24 -


Riconosciuta la colpevole inerzia dell’organo politico

La circostanza che la condotta provenga da un altro dipendente in posizione di supremazia gerarchica rispetto alla vittima, non vale a escludere la responsabilità del datore di lavoro, su cui incombono gli obblighi di cui all’articolo 2049 del codice civile, ove questo non si sia attivato per rimuovere il fatto lesivo.

Maurizio Tatarelli

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader