Numero 13 -


Gli atti di nascita non sono contrari all’ordine pubblico

I giudici d’appello osservano quindi che («contrariamente a quanto ritenuto dal giudice di primo grado») la dicitura “twin”, cioè gemello, indicata negli atti di nascita, «non vale ad attribuire nessun rapporto di fratellanza tra i due bambini»; essa indica piuttosto - si legge nel decreto - «la nascita contemporanea....».

Antonino Porracciolo

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader