Numero 28 -


Ammessa la trascrizione nei registri dello stato civile dell’atto di nascita estero con l’indicazione di due mamme

Non è contraria all'ordine pubblico internazionale la trascrizione, in Italia, di un atto redatto all'estero, a correzione di un precedente atto di nascita, pur esso redatto all'estero, che preveda che il minore sia registrato come figlio oltre che della madre che lo ha partorito (a seguito di fecondazione assistita), come già risultante dall'originario atto di nascita, anche di altra donna, unita in matrimonio con la prima, e di cui assume il cognome, pur non avendo il minore stesso alcun rapporto biologico con quest'ultima.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader