Numero 25 -


Responsabilità dei giudici: il criterio di calcolo degli interessi è una scelta interpretativa pertanto non sindacabile

Ai fini della responsabilità civile del giudice non è ravvisabile l’errore che cade nella fase preinterpretativa dell’individuazione della disposizione allorché la disposizione applicata sia correttamente individuata e non venga a essa attribuito un significato che vada contro ogni possibile significante di essa, e quindi la scelta decisionale circa il criterio di computo degli interessi sul capitale, in quanto frutto di scelta interpretativa, non è sindacabile in sede di promovibilità dell’azione di responsabilità. Lo hanno le sezioni Unite con la sentenza 11747 del 2019.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader