Numero 1 -


Spetta al danneggiato provare il nesso di causalità tra aggravamento e condotta professionale

Ove sia dedotta la responsabilità contrattuale del sanitario per l’inadempimento della prestazioni di diligenza professionale e la lesione del diritto alla salute, è onere del danneggiato provare, anche a mezzo di presunzioni, il nesso di causalità tra l’aggravamento della situazione patologica, o la insorgenza di nuove patologie e la condotta del sanitario. Così la Cassazione con la sentenza 28991/2019.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader