Numero 29 -


Riconoscimento dei figli, il termine d’impugnazione decorre dal giorno in cui si conosce la non paternità

Non è ragionevole che, nei casi diversi dall'impotenza, il termine annuale per impugnare il riconoscimento del figlio decorra, per l'autore del riconoscimento, dal momento dell'annotazione dell'atto invece che dalla scoperta di non essere il padre biologico. È questo il principio affermato dai giudici della Corte costituzionale con la sentenza n. 133

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader