I termini di prescrizione per le grandi frodi fiscali sono incompatibili con l’ordinamento europeo

Con la sentenza dell'8 settembre 2015 (causa C-105/14), la Corte di giustizia dell'Unione europea ha chiarito che la normativa italiana in materia di prescrizione, impedendo nei casi di gravi frodi Iva l'inflizione effettiva e dissuasiva di sanzioni, può ledere gli interessi finanziari dell'Unione europea. Pertanto, il giudice italiano è tenuto, all'occorrenza, a disapplicare il regime della prescrizione.

Michela Grisini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader