Il divieto assoluto di pubblicità sulle prestazioni dei dentisti risulta incompatibile con il diritto dell’Unione europea

Con la sentenza depositata il 4 maggio, nella causa C-339/15, Lussemburgo ha stabilito che il divieto assoluto di utilizzo di pubblicità sulle prestazioni offerte dai dentisti è incompatibile, sotto diversi profili, con il diritto dell'Unione europea.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader