Non c’è diffamazione se il giornalista riporta dichiarazioni di terzi secondo regole professionali

Con la sentenza Magosso e Brindani contro Italia (ricorso n. 59347/11) depositata il 16 gennaio 2020 la Corte europea dei diritti dell’Uomo ha condannato lo Stato a indennizzare i due giornalisti per i danni non patrimoniali subiti, con un importo pari a 15mila euro ciascuno.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader