Divorzio transnazionale: deve essere applicata la legge di uno Stato anche se più restrittiva rispetto a quella del foro

La Corte Ue, con la sentenza del 16 luglio (causa C-249/19), ha chiarito che in un divorzio transnazionale, la legge di uno Stato membro (in questo caso italiana) richiamata dal regolamento va applicata anche se contiene condizioni più restrittive rispetto a quella del foro poiché questa situazione non può essere assimilata al caso in cui in un ordinamento non sia previsto il divorzio. Per il testo della sentenza della Corte europea dei diritti dell’Uomo: www.guidaaldiritto.ilsole24ore.com

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader