Sanzione penale per critiche al giudice, l’ingerenza nel diritto alla libertà di espressione è stata sproporzionata

La sentenza depositata il 9 marzo della Cedu (Benitez Moriana e Inigo Fernandez contro Spagna, ricorsi n. 36537/15 e n. 36539/15) è destinata ad avere effetti in tutti i casi in cui viene in rilievo l'articolo 10 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo che assicura il diritto alla libertà di espressione, incluso quello di ricevere informazioni, con riguardo alla previsione di sanzioni penali predisposte per tutelare il diritto alla reputazione ( per il testo della sentenza della Corte europea dei diritti dell’Uomo : ntplusdiritto.ilsole24ore.com).

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader