Numero 7 -


Danneggiamento aggravato di beni pubblici

L'ANALISI DELLA DECISIONE Il delitto di danneggiamento delle acque (635 -639 bis c.p.) può, almeno in astratto, concorrere, tutelando un bene-interesse di portata più generale (il patrimonio pubblico), con lo specifico reato di cui all'art. 137 D.Lgs. n. 152 del 2006, ma è indubbio che al fine della configurabilità dello stesso occorra un quid pluris , costituito dalla prova di un danno al bene pubblico.

a cura di Massimiliano Sartore
Avvocato

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader