Numero 9 -


Ma la Consulta chiede una semplificazione dell’intero sistema

La sentenza chiarisce che la cartella di pagamento dev’esser preceduta dall’invito al pagamento che, se notificato a persona di residenza, dimora o domicilio sconosciuti dà luogo all’annullamento del credito. Pertanto il comma 3 dell’articolo 238- bis in questione non può trovare applicazione nel caso di irreperibilità “assoluta” del condannato.

Eugenio Sacchettini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader