Numero 3 -


Violenza alle persone al fine di tutelare arbitrariamente le proprie ragioni

LA QUESTIONE Ai fini della integrazione del reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone, è necessario che la minaccia sia ingiusta e che il male prospettato risulti idoneo a condizionare la sfera della libertà morale del soggetto passivo, oltre a sussistere un’indebita attribuzione da parte del privato di poteri e facoltà spettanti esclusivamente al Giudice.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader