Numero 44 -


Misure sul divieto di avvicinamento estese ai luoghi frequentati dalla vittima, serve un'indicazione specifica

Le sezioni Unite, chiamate a decidere in ordine alla soglia di tassatività necessaria della misura cautelare del divieto di avvicinamento , qualora occorra tracciare un perimetro protettivo intorno alla vittima di atti persecutori, ritiene che in caso estensione del divieto anche ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, questi vadano indicati specificamente a pena di nullità ( per il testo della sentenza della Corte di cassazione: ntplusdiritto.ilsole24ore.com) .

Carmelo Minnella

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader