Numero 48 -


La comunicazione via Pec della sentenza di appello non fa decorrere il termine breve per ricorrere in Cassazione

La comunicazione alla parte della sentenza di appello effettuata dalla cancelleria tramite Pec non è idonea a far decorrere il termine breve per ricorrere in Cassazione. Quest’ultimo, infatti, necessita sempre di un impulso della parte o del suo difensore. La deroga, prevista ad esempio nell’articolo 348- ter del Cpc, che ancora il termine breve dalla comunicazione del provvedimento, riguarda ipotesi speciali che non possono essere ampliate.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader