Numero 32 -


La partecipazione del testimonial a un “festino a luci rosse” non fa invalidare l’accordo per la campagna pubblicitaria

Le scelte che riguardano la vita privata restano libere. Anche in caso di accordi milionari tra sponsor e personaggi noti al pubblico, il diritto di autodeterminazione supera l'obbligo contrattuale. Lo hanno chiarito molto bene i giudici di Milano con la sentenza che ha visto contrapporsi uno sportivo e una marca di prodotti per capelli.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader