Numero 47 -


Scuola senza colpa se dopo la bocciatura lo studente si suicida

Risarcimento del danno in primo piano in questa settimana con due decisioni della Cassazione. Con la prima, la Suprema corte ha ribadito l’orientamento per il quale quando risulti accertato che la persona sia rimasta lucida nello spazio temporale intercorrente tra la lesione e la morte, va risarcito anche il danno catastrofale; con la seconda, i giudici di legittimità hanno ritenuto non responsabile la scuola per il suicidio dell’alunno non ammesso all’anno successivo. Poi importanti sentenze penali e amministrative.

Andrea Alberto Moramarco

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader