Numero 7 -


Malattia professionale: Inail paga il lavoratore colpito da tumore per aver utilizzato il cellulare a lungo e senza protezioni

La Corte d’appello di Torino con la sentenza 14 gennaio 2020 ha confermato la pronuncia di prime cure che aveva condannato l’Inail a pagare la prestazione dovuta per legge in favore di un lavoratore che in conseguenza dell’uso lavorativo protratto - per circa quindici anni e con una esposizione media di 840/ore anno - del telefono cellulare e in assenza di protezioni quali, in particolare, l’uso di auricolari muniti di filo, aveva sviluppato una grave forma di tumore: il neurinoma dell’acustico destro.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader