Numero 48 -


Ddl Zan e omofobia: un vasto campo seminato con mine da disinnescare

Il Ddl contenente «misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull'orientamento sessuale, sull'identità di genere e sulla disabilità», approvato dalla Camera e ora all'esame del Senato, persegue senza dubbio lodevoli intenti; meno lodevole appare invece la loro traduzione normativa. Tullio Pavani si concentra sui punti più controversi augurandosi infine che al Senato il testo venga modificato.

Tullio Padovani
Professore emerito di Diritto penale presso la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader