Numero 28 -


Dubbi sulla configurabilità della minorata difesa nel furto commesso in tempo di notte

L’appuntamento odierno, in materia penale, si sofferma sulle oscillazioni della giurisprudenza di legittimità sullo standard giustificativo dell’aggravante comune della minorata difesa in relazione al furto commesso in tempo di notte: è dubbio se essa sia automaticamente configurabile per il solo fatto che la condotta di sottrazione si sia avvenuta col favore delle tenebre, oppure se essa richieda la verifica, in concreto, di ulteriori circostanze dimostrative dell’effettivo depotenziamento o annullamento della pubblica o privata difesa ovvero delle capacità di reazione...

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader