Numero 34 -


Elettorato attivo di Senato e Camera, una equiparazione che va completata

La legge di revisione costituzionale che equipara l'elettorato attivo tra Senato e Camera per Giulio M. Salerno non determina la compiuta parificazione strutturale tra le due Assemblee parlamentari, ma si avvia verso un processo di avvicinamento e in futuro potrebbe avere altre e importanti conseguenze: la stabilizzazione della forma di governo; il rafforzamento della base parlamentare degli esecutivi e forse l'addio al bicameralismo.

Giulio M. Salerno
Ordinario di Istituzioni di diritto pubblico presso l’Università
di Macerata

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader