PRIMO PIANO

EDITORIALE

Riforme sulla giustizia, l’avvocatura boccia l’approccio troppo economicista

Nel XXXV Congresso nazionale forense, tenutosi a Lecce, l'avvocatura ha fatto sentire la sua voce rispetto alle riforme che stanno toccando il mondo della giustizia. Come ci racconta Giampaolo Di Marco, segretario generale dell'Associazione nazionale forense, le maggiori criticità sono state sollevate sul nuovo impianto del processo civile accusato di perseguire esigenze di efficienza e velocità a discapito del contraddittorio e della ricerca della verità. La riforma del processo penale ha trovato invece un'accoglienza migliore, anche se in generale la categoria ha stigmatizzato il fatto che gli interventi si incentrino ancora una volta sul rito e sulle regole processuali, senza occuparsi del sistema e dell'organizzazione del lavoro negli uffici giudiziari.

LEGISLAZIONE

Istruzioni del Ministero per l’efficienza del rito

Decreto legislativo n. 150 del recante attuazione della legge 27 settembre 2021 n. 134 di delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di giustizia riparativa e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari - Indagini preliminari. La circolare del ministero della Giustizia del 26 ottobre 2022

Predibattimento, chiarimenti sull’udienza

Decreto legislativo n. 150 del 10 ottobre del 2022 recante attuazione della legge 27 settembre 2021 n. 134 di delega al Governo per l'efficienza del processo penalenonché in materia di giustizia riparativa e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari - L'udienza di comparizione predibattimentale a seguito di citazione diretta. La circolare del 20 ottobre 2022 n. 9148

Atto nativo digitale, primo step del fascicolo penale informatico

Il processo penale telematico è uno dei pilastri portanti dalla riforma Cartabia sulla giustizia penale, trasfuso nel decreto legislativo n. 150 del 2022. Le logiche efficientistiche che guidano l’imponente modifica dell’impalcatura del rito penale cercano di raggiungere gli obiettivi del Pnrr (ottenere i fondi del Netx generation UE ), i quali tendono a ridurre del 25% entro il 2026 i tempi del processo penale, nei tre gradi di giudizio.

Definizione dei soggetti e degli istituti che caratterizzano le nuove procedure

La legge delega (articolo 1, comma 18, lett. b), della legge 134/2021) prescrive espressamente che la riforma avrebbe dovuto introdurre una definizione normativa di soggetti e istituti che caratterizzeranno il volto delle nuove procedure riparative, così da colmare una lacuna del nostro ordinamento, carente di una tale definizione, unanimemente condivisa, come eloquentemente testimonia la varietà delle posizioni dottrinali emerse nel corso del tempo, per le quali la restorative justice è definita con riferimento, per un verso, ai soggetti che ne sono i protagonisti principali (vittima, reo e comunità) e, per l'altro, ai contenuti della riparazione (restituzione, risarcimento, mediazione, riconciliazione, e così via).

Valgono i principi extranazionali: accessibilità, gratuità e dignità

La riforma, all'articolo 43, commi 3 e 4, del Dlgs 150/2022, riproduce i principi di matrice extranazionale sui programmi di giustizia riparativa, che devono essere "generalmente accessibili", connotati dalla gratuità e devono svolgersi nel rispetto della dignità delle persone. Tali caratteristiche obbligatorie dei programmi devono valere nei confronti di tutti i soggetti indicati negli articoli 45 e 53 del decreto attuativo.

Mediazione e dialogo, modalità che l’iter deve sempre rispettare

Ai programmi di giustizia riparativa è espressamente dedicato il Capo III del Titolo IV, Dlgs 150/2022, il cui incipit stabilisce che la relativa disciplina si conforma ai principi europei e internazionali che regolano la materia (articolo 53, del Dlgs 150/2022), con una clausola aperta a valere anche de futuro e destinata a recepire la produzione normativa promanante dal livello sovranazionale, in particolare europeo.

Contravvenzioni alimentari: estinte dopo adempimento delle prescrizioni

Estinzione delle contravvenzioni alimentari di cui alla legge 283/1962 per adempimento della prestazione determinata dall'organo accertatore, sulla falsariga del meccanismo estintivo di cui al Dlgs 758/1994 ed al Testo unico ambientale. È quanto prevede l'articolo 70 del Dlgs 150/2022 – a decorrere dal prossimo 30 dicembre 2022 – attuativo dei criteri e principi direttivi dettati dall'articolo 1, comma 23, della legge delega n. 134/2021

GIURISPRUDENZA

Nuovi parametri forensi, se la difesa non si è esaurita entro il 23 ottobre

Liquidazione dei compensi degli avvocati con le vecchie "tariffe" se l'attività professionale si è conclusa prima del 23 ottobre 2022. Occupazione senza titolo, sul risarcimento le SU scelgono la via mediana del "danno presunto". Sentenza nulla se l'orario dell'udienza è stato anticipato. Extraprofitti: inammissibile il ricorso delle società energetiche. Divorzi extragiudiziali: riconoscimento automatico negli Stati Ue. Sono alcuni dei temi principali affrontati dai giudici in settimana

CIVILE

Elenco di tutti gli argomenti

  1. a

    Avvocato

    Appalti

    Assicurazione

    Azienda

  2. c

    Circolazione stradale

    Condominio

  3. e

    Equa riparazione

  4. g

    Giurisdizione

  5. i

    Indagini preliminari

    Impugnazioni

  6. l

    Lavoro e formazione

  7. m

    Marchi e brevetti

  8. n

    Notaio

  9. p

    Processo penale

    Prescrizione

    Procedimento civile

    Prova civile

  10. r

    Responsabilità e risarcimento

    Ricorso

  11. s

    Sanzioni

    Sentenza civile

    Servitù

    Società e imprese

    Successioni e donazioni

  12. u

    Usucapione

  13. v

    Vendita

loader