Numero 49 -


Anbsc, spariscono le competenze “processuali”

È innegabile che l’Anbsc ha incontrato sempre forti resistenze a operare nel perimetro dell'amministrazione di giustizia dei patrimoni di mafia. Prima la spoliazione del compito di designare gli amministratori, poi l’arretramento della sua presa in carico della gestione dei beni e ora la postergazione di tale intervento addirittura alla confisca di secondo grado.

Alberto Cisterna

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader